Insegne luminose verso il nulla.

Ho notato una nuova moda.

O meglio una nuova cattiva, maleducata abitudine.

Molto spesso, su internet o link di facebook, capita di incorrere in titoloni che dicendo e non dicendo fanno presagire” notizie da non perdere” o peggio buttano benzina su luoghi comuni e fobie, sicuri che quella dell’ignoranza non mancherà di accendersi immediatamente attirando tanti indici ad un inesorabile click

Un tempo erano siti di dubbia provenienza o pubblicitari ad usare questa tecnica, ma purtroppo noto che a farlo, oggi, sono sempre più spesso anche testate giornalistiche o pseudo giornalistiche.

Non mancano così link di gravi drammi di persone famose che poi, aprendo il link, si scopre sia stato un semplice raffreddore o una trombosi emorroidale già rientrata.

O Peggio.

Ci sono infatti i link più odiosi, fanno leva su paure e fobie dilaganti quali ad esempio il razzismo ed immigrazione ed ecco arrivare quelli  che vendono per notizia “i profumi campione avvelenati dagli arabi nella vostra cassetta delle lettere” per poi scoprire, solo aprendo la pagina e regalando un click, che la notizia non è confermata (infatti è una bufala del 2001). intanto, basterà leggere i commenti agli articoli stessi, si vedrà il popolo italiota già  scagliato contro il nemico immaginario in un monumento all’italica ignoranza fatto di patetiche e deliranti invocazioni di guerra santa, bomba atomica e “mandiamolituttiacasaloro”.

Abbiamo un unica arma contro questa nuovomalcostume: il silenzio.Un silenzio che non regala click, toglie like e non regala altra benzina a questa macchina malandata senza cadere così in una trappola per imbecilli.

Quell’imbecillità che spesso è solo ignoranza fatta forte della pigrizia, quella che tiene lontani dalla ricerca di  una crescita culturale personale fatta magari con la lettura di un buon libro anzichè di  giornaletti scandalistici virtuali e non.

Un’ignoranza che traspare leggendo certi commenti che più che argomentazioni appaiono per quello che sono: semplici esternazioni di pura cattiveria e frustrazione che escono da piccole persone forti del fatto di essere trincerati dietro uno schermo e liberi di dare sfogo alla loro interiorità peggiore.

Ribadisco l’unica arma è l’oblio. Non rispondere ed anzi togliere i like a queste pagine : alcune un tempo erano serie (ma i click ed i like portano pubblicità e quattrini facendo gola) e potrebbero ancora avere il vostro a nutrirle di numeri.

Se poi vostro malgrado, inavvertitamente capitaste in una di queste pagine e finiste pure per leggere i commenti dei lettori…uscitene subito!! Lo so che la voglia di ribattere ed argomentare è tanta  ma..lasciate perdere!  Inutile parlare di massimi sistemi con persone il cui massimo livello culturale è una puntata di buona domenica. Perchè ricordate, come diceva una persona più saggia dello scrivente, per combattere con l’idiozia devi scendere al livello dell’idiota e li poi ti batte per esperienza!

Cattura1

Annunci